Partecipa alle conferenze

27, 28, 29 Novembre 2015

Il Piano sanitario regionale per la prevenzione: opportunità per migliorare la qualità della vita ed il sistema salute

Palermo 27/28/29 Novembre 2015

Presentazione, quadro di riferimento e obiettivi del Progetto

L’Ordine dei Medici di Palermo in collaborazione con l’Associazione Ca.me.l.o.s intende intervienire nell’ambito del Convegno “ Il Piano Sanitario Regionale per la Prevenzione: opportunità per migliorare la qualità della vita e il sistema salute ” con l’obiettivo di diventare elemento divulgativo insieme ad altre associazioni sui temi della prevenzione, diffondendo i temi aridi e tecnici della programmazione sanitaria attraverso un linguaggio adatto ai tempi moderni e di facile comprensione.

Attraverso un’attiva partecipazione del mondo associazionistico, il Welfare e la Prevenzione possono ritrovare il posto che meritano e ridare nuovo slancio ad una società siciliana in balia della crisi non solo economica ma anche di partecipazione e di idee.

L’impoverimento crescente delle famiglie siciliane è purtroppo ormai un dato di fatto e quasi un terzo delle famiglie siciliane (32,5%) si trova in una condizione di povertà relativa , dato quasi tre volte superiore a quello nazionale (12,6%) (Fonte ISTAT 2012).

A ciò si aggiunga che il la percentuale di popolazione a rischio povertà è del 16,7% in Europa mentre è del 19,1% in Italia, e che il nostro Stato si caratterizza per una forte diseguaglianza territoriale nella distribuzione del PIL che passa da un valore pro capite di € 31.124 del Centro Nord (valore di poco inferiore a quello tedesco) ad un valore di € 17.957 del Mezzogiorno (addirittura inferiore a quello della Grecia. (fonte Censis 2013).

Un’Italia divisa in due da un punto di vista economico che ha determinato negli ultimi anni un rallentamento del tasso di crescita demografico, con un’età media della popolazione (42 anni) che si avvicina alla media italiana (44 anni) e con l’indice di dipendenza anziani che sta riallineando la Sicilia, storicamente una delle regioni più giovani, alla media nazionale.

Da sempre l’Italia dedica poche risorse al welfare e tale evidenza è attestata dal valore della spesa pro capite annua , pari a 7.972 € che classifica l’Italia all’11^ posizione tra i Paesi Europei , dietro i Paesi Scandinavi , i paesi del Be.ne.lux. , la Francia e la Germania.

In tale contesto la scarsità di risorse impegnate nell’assistenza pubblica e sanitaria è ben più marcata nel Mezzogiorno dove i livelli di spesa pro capite sono significativamente inferiori ai livelli nazionali.

Razionale scientifico

Il 13 novembre 2014 la Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie Autonome ha approvato il Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018 che a distanza di 10 anni dal precedente piano, avendo fatto tesoro dell’esperienza accumulata nel decennio sul tema della prevenzione e sui limiti applicativi dei vari interventi, pone come elemento di novità il ruolo della valutazione dell’impatto che il Piano produce sia sugli esiti di salute, sia nel sistema nazionale e regionale come fattore di sviluppo della società e del welfare.

In data 18 dicembre 2014 l’Assessore Regionale per la Salute ha recepito con Decreto n. 2198/14 il PNP e ha disposto i programmi regionali di prevenzione che costituiscono l’intervento della Regione Sicilia nella specifica materia nel quinquennio 2014/2018. Il Piano Regionale della Prevenzione riconosce, in armonia con il documento nazionale, dieci macro obiettivi fortemente orientati alla Prevenzione Primaria, ma anche volti a consolidare i benefici che derivano dalla Prevenzione Secondaria e Terziaria.

Una delle ragioni che hanno determinato il fallimento di alcune delle linee operative dei precedenti piani è stata senza dubbio la insufficiente adesione da parte della popolazione target che ha vanificato gli enunciati di sistema e ha di fatto condizionato le risposte secondo livelli di sostanziale insufficienza.

Questo stato di cose ha fatto sì che i benefici attesi dalla globale manovra di Prevenzione per come intesa dal programma nazionale non facessero pesare risultati in termini economici e segnatamente, sotto il profilo economico sanitario indotto, in termini di prevalenza e incidenza delle patologie che si sarebbero dovute prevenire secondo l’equazione meno ci si ammala meno si spende.

Risulta oramai da decenni chiaro che numerosi fattori di rischio, modificabili dalla prevenzione primaria o più semplicemente dalla educazione sanitaria, sono quelli che incidono sulle più diffuse patologie che portano a morte una popolazione (tumori, disturbi cardiovascolari, insulti cerebrali, insufficienza respiratoria etc.). Ritardarne l’insorgenza significa quindi, incidere fortemente sulla bilancia dei pagamenti sanitari relativa a spese di assistenza diretta e indiretta, ai costi ambulatoriali e ospedaliere collegati a patologie che da soli determinano un esborso pari al 70% delle risorse impegnate in quest’ambito.

In questa cornice si inserisce il convegno regionale organizzato dall’Ordine dei Medici di Palermo e patrocinato dall’Assessorato Regionale alla Salute, che vuole essere un’occasione di studio e di approfondimento del Piano Regionale della Prevenzione rivolta non solo agli addetti ai lavori, medici e professionisti della filiera della salute, ma anche un’occasione di rilancio della centralità della prevenzione per la riduzione del carico di malattie, attraverso un approccio olistico nei confronti degli strumenti primari della prevenzione e cioè la cultura alimentare, gli stili di vita e soprattutto un’educazione rivolta all’universo giovanile e alle famiglie.

Programma delle giornate

Il Progetto Prevenzione sarà costituito da due momenti:

Il primo sarà una giornata dedicata ad un approfondimento scientifico dei tratti salienti del nuovo Piano Regionale della Prevenzione 2014 -2018 e delle sue declinazioni di obiettivi, attraverso l’illustrazione da parte del DASOE delle azioni per rafforzare la governance del sistema della prevenzione a livello regionale.

Il secondo prevederà la divulgazione in due giornate degli strumenti preventivi attraverso il coinvolgimento delle Aziende Sanitarie Provinciali e delle Associazioni ed enti no profit riuniti in sessioni convegnistiche in una località della provincia di Palermo, coinvolgendo anche le comunità civiche ed i distretti .

Saluti istituzionali

  • - Prof. Salvatore Amato
  • Presidente Ordine dei Medici di Palermo
  • - Prof. Fabrizio Micari
  • Rettore Università degli Studi di Palermo
  • - Dott. Baldassarre Gucciardi
  • Assessore alla Salute regione Sicilia
  • - Dott. Ignazio Tozzo
  • Dirigente Generale DASOE
  • - Dott. Antonio Candela
  • Direttore generale Asp Palermo
  • - Dott. Fabrizio De Nicola
  • Direttore Generale asp Trapani
  • - Dott. Pietro Genovese
  • Presidente CA.Me.L.O.S.

60 minuti

Villa Magnisi (PA)

Saluti Istituzionali

Interventi Programmati Mattina

  • 10.00 | Il Piano Regionale della Prevenzione Sanitaria (2015-2018)
  • Dott. Salvatore Requirez 10.00
  • 10.30 | Prevenzione per la Sicurezza Alimentare
  • Dott. Pietro Schembri
  • 11.00 | Prevenzione della malattie vascolari versus medicalizzazione
  • Dott. Calogero Comparato
  •  11.30 | Prevenire le dipendenze da sostante di abuso
  • Prof. Carla Cannizzaro
  • 12.00 | Le Politiche della Prevenzione
  • Giovanni Frazzica

150 minuti

Villa Magnisi

Interventi

Tavola Rotonda Mattina

Dibattito fra Direttori Sanitari di Aziende Sanitarie

 
  • Dott. Giovanni Bavetta
  • (Direttore Sanitario AO Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello)
  • Dott.ssa Lia Muré
  • (Direttore Sanitario ARNAS Civico Palermo)
  • Dott. Antonio Siracusa
  • (Direttore Sanitario Asp Trapani)

60 minuti

Villa Magnisi (PA)

Dibattito

Lunch

90 minuti

Villa Magnisi

Buffet

Interventi Programmati Pomeriggio

  • 15.00 | Riduzione malattie infettive prioritarie
  • Antimicrobial stewardship tra qualità di cure e risparmio di risorse
  • Tomaso Mannone
  • 15.30 | Nuovi scenari per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive : Emergenze , Riemergenze Migrazioni
  • Massimo Farinella
  • 16.00 | La prevenzione degli incidenti stradali
  • Dr. Maurizio Gallo
  • 17.00 | Esposizioni ambientali potenzialmente dannose
  • Dott. Salvatore Scondotto
  • 17.30 | I costi per la prevenzione
  • Dott. Pietro Genovese

180 minuti

Villa Magnisi (PA)

Interventi

Saluti istituzionali

  • - Presidente Iniziativa territoriale
  • Ing. Giacomo Filippone
  • - Presidente C.a.me.l.o.s.
  • Dr. Pietro Genovese

30 minuti

Villa Magnisi

Saluti istituzionali

Interventi 9.30 – 11.00

  • On. Edy Tamajo - Vice presidente della commissione Territorio e Ambiente
  • “Il ruolo delle istituzioni nella prevenzione del territorio”
  • Dott. Aldo Russo - Consigliere CUS - Centro Universitario Sportivo
  • “Il ruolo del Centro Universitario Sportivo per la salute dello studente”
  • Ing. Ivan Marchese - Vice presidente IT
  • “L’importanza delle realtà associazionistiche universitarie e la relativa azione di prevenzione ”
  • Ing. Giulio Musotto - Vice presidente IT
  • “L’importanza delle realtà associazionistiche territoriali e la relativa azione di prevenzione”
  • Prof. Alberto Firenze - Presidente ERSU

90 minuti

Villa Magnisi

Interventi

Interventi 11.15 – 13.00

  • Bonavetura Zizzo - Assessore Comunale Trabia
  • “I provvedimenti dei Comuni in caso di pericolo di dissesto idrogeologico”
  • Nino Daino - Assessore Comune San Mauro Castelverde
  • “Il ruolo della Protezione Civile nei comuni di montagna per la prevenzione del territori”
  • Alessia Gulioso - Consigliere Comunale Pollina 
  • “La prevenzione ambientale in un contesto amministrativo locale”
  • Giuseppe Cricchio - IT Partinico 
  • “Prevenzione e sicurezza alimentare: le malattie zoonotiche ”

105 minuti

Villa Magnisi

Interventi

Lunch

-

Villa Magnisi

Buffet

Saluti istituzionali

  • Prof. Antonino La Spina
  • Ordine dei Medici - Presidente Rotary Palermo Est
  • Dr. Roberto Tristano
  • Presidente Rotary Palermo Ovest
  •  Dr. Ignazio Ferlisi
  • Presidente Rotary Lercara Friddi

30 minuti

Villa Magnisi

Saluti

Interventi Programmati Mattina 9.30 – 12.30

  • Le Politiche di prevenzione dell’Assessorato Regionale alla Salute (2015-2018)
  • Dott. Salvatore Requirez
  • Dieta mediterranea come prevenzione delle malattie non trasmissibili
  • Dr. Giuseppe Disclafani - Delegato Distrettuale per la “Prevenzione e Cura delle Malattie”
  • Il ruolo delle carni nell'alimentazione: luci e ombre
  • Dr. Santo Caracappa - Direttore Sanitario Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia “A. Mirri”

180 minuti

Villa Magnisi

Interventi

Lunch

-

Villa Magnisi

Buffet

BROCHURE INFORMATIVA

Con programma completo

REGISTRAZIONE

3

Giornate

28

Relatori

ORGANIZZATORI

Continuando a navigare su questo sito accettarai la nostra politica dei cookies Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono di default settate su "Accetta cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se continui a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o fai clic sul pulsante "Accetto" di seguito acconsentirai a quanto scritto.

Ok, chiudi.